India: alla ricerca dell’esotismo perduto
Anthropology/Asia/Esotismo/India

India: alla ricerca dell’esotismo perduto

di Riccardo Vergnani Esotico.                                                                                                                                               Il prefisso d’origine greca eso–  indica qualcosa che sta all’esterno. Al di fuori di sé, innanzitutto. Nel termine esotico è quindi già insita la comparazione tra me, che è dentro, e l’altro, che è fuori.L’esotico come scienza dell’altro, potremmo dire. Una ricerca, perlomeno. L’india forse è il simbolo di questa ricerca. … Continua a leggere

Bestie, uomini e dei (parte 2)
Asia/India/Viaggio

Bestie, uomini e dei (parte 2)

di Matteo Tomasina Io ed Elisa, l’altra volontaria di AIESEC, condividiamo un appartamento in una via piuttosto tranquilla, in un quartiere chiamato Mehdipatnam, caratterizzato da vie commerciali, un gran numero di istituti educativi e due grandi moschee, Azizia e Khaja Gulshan. Vicino alla stazione degli autobus c’è anche un bazar, dove si vende soprattutto frutta … Continua a leggere

Asia/India/Viaggio

Islamic vodka

di Matteo Tomasina  Ho passato la prima notte in India all’aeroporto di Hyderabad, nell’attesa che venga giorno e per decidere se aspettare ancora che Barghav (il contatto di AIESEC che ho in India) venga a prendermi o per arrangiarmi da me a raggiungere la città. Non tutto funziona perfettamente con le cose di AIESEC in … Continua a leggere

Hyderabad
Asia/India

Hyderabad

di Matteo Tomasina Hyderabad come se ne sente parlare è una città ricca, legata da sempre al commercio. Se gli europei ne la conoscevano prima della colonizazzione dell’India, era certamente per lo scambio di pietre preziose, perle in particolare. La fama di Hyderabad è quindi quella di città orientale ricca e lussuosa. Ma questa abbondanza, … Continua a leggere

Asia/India/Viaggio/Volontariato

Perchè in India?

di Matteo Tomasina Le risposte all’affermazione “vado in India” sono solitamente di due tipi: o di incipiente ammirazione e curiosità, oppure di poco lusinghiero disappunto, per non dire disprezzo. L’India sembra piacere o non piacere, e devo dire che mi conforta l’idea che alla diffidenza di chi non c’è mai stato si contrappone solitamente l’entusiasmo … Continua a leggere